Regione Veneto

Delibera della Fiera dell'uva

Estratto del Processo Verbale
di deliberazione del Podestà


OGGETTO
Istituzione della Fiera dell'Uva.

L'anno millenovecentotrentuno addì trenta del mese di Settembre il Signor Bettili Ing. Piero, Podestà del suddetto Comune, col concorso del Segretario Comunale Sig. Mansoldo Rag. Claudio, ha preso la seguente

 
DELIBERAZIONE  

Nel settembre 1929 allo scopo di valorizzare il prodotto dell'uva delle colline di Soave, unica fonte di lavoro e di ricchezza della plaga e unica speranza di qualche benessere per l'avvenire, fu indetta per la prima volta la Fiera dell'Uva alla quale intervenne S.E. l'On. Marescalchi e tutte le Autorità della Provincia e fece affluire a Soave una folla mai vista, diffondendo l'eco della grande manifestazione agricola oltre i confini della Provincia e della Regione.
Il problema fondamentale per il risorgimento economico di questa plaga sta appunto nel potenziare e tutelare la viticoltura.
E' noto che i viticultori, dopo il flagello della filossera hanno ricostituiti i vigneti profondendo tutti i loro averi in un opera di ricostruzione agricola veramente colossale.
Chi è a capo dell'Amministrazione Comunale non può non interessarsi del vitalissimo problema, ne deve anzi indirizzare gli sforzi e le iniziative allo sfruttamento e alla valorizzazione dell'importante prodotto.
Nel 1930 il Governo Nazionale, prendendo lo spunto dall'esito insperato della prima Fiera dell'Uva di Soave, ha istituito la annuale festa dell'uva da svolgersi nel mese di settembre in tutti i capoluoghi di Provincia e nei principali centri viticoli collo scopo di diffondere tra la popolazione il consumo dell'uva. E la pratica dei due anni 1930 - 1931 ha confermata la utilità dell'iniziativa.
A Soave però la manifestazione deve ripetersi ogni anno nel mese di settembre, non con il carattere di una solita sagra, ma con gli scopi e con le finalità di un grande mercato dell'uva che riuscirà di sicuro giovamento alla popolazione.
Eppertanto tutto ciò premesso, visto l'art. 131 del T.U. legge comunale e provinciale 4/2/1915 n. 148;

D e l i b e r a

I° E' istituita nel Comune di Soave la "FIERA DELL'UVA" che avrà luogo la penultima domenica di settembre di ogni anno, e in caso di coincidenza colla manifestazione dell'uva decretata dal Governo Nazionale nella domenica precedente a questa:
II° La spesa per la fiera si imputerà nel bilancio fra le obbligatorie alla Categ. III.

Letto, confermato e sottoscritto.
Il Podestà fto Ing. P.Bettili.
Il Segretario Comunale fto C.Mansoldo.


IL PREFETTO
DELLA PROVINCIA DI VERONA
 

Veduta la deliberazione in data 30 settembre 1931/IX del Podestà di Soave relativa alla istituzione in detto Comune delle Fiera dell'Uva, che dovrà avere luogo la penultima domenica di settembre di ogni anno, ed in ogni caso di coincidenza con la manifestazione dell'uva decretata dal Governo Nazionale, nella domenica precedente a questa;

Ritenuto che nulla osta alla istituzione di detta Fiera;
Ritenuto che la succitata delibera è stata pubblicata a norma di legge in tutti i Comuni limitrofi a Soave; senza che contro di essa siano state presentate opposizioni;

Veduta la legge 17 maggio 1866, N. 2933
 

Decreta
 

E' autorizzata la istituzione, in via permanente , della Fiera dell'Uva da tenersi nel Comune di S O A V E nei giorni sopraindicati.

Verona, 12 gennaio 1932/X

Il Prefetto

torna all'inizio del contenuto