Regione Veneto

Comune di Soave
Portale Istituzionale

Soave En Plein Air: Oltre le Mura - Mostra itinerante del Maestro Bruno Lucchi - Dal 19 novembre 2022 al 15 gennaio 2023

Pubblicata il 19/11/2022





Il Borgo scaligero di Soave ha il piacere di ospitare dal 19 novembre 2022 al 15 gennaio 2023, tra le sue torri, mura e piazze, la mostra itinerante del maestro trentino Bruno Lucchi, realizzata in collaborazione con l'Associazione Soave Cultura, per consegnare allo spettatore un’esperienza che va oltre la fisicità della scultura, dove l’installazione è capace di diventare essa stessa spazio, tempo, pensiero, presenza.

La personale, con cui il maestro Bruno Lucchi impreziosisce l’offerta culturale e turistica del Borgo Scaligero di Soave, stupisce ancor prima di ammirarne le opere protagoniste perché sceglie inaspettatamente le Mura del borgo antico come palcoscenico naturale.
Le sculture scelte per Soave En Plein Air ci parlano di terra e di vita con un linguaggio silenzioso, ma presente, tangibile, che sa affascinare chi vuole mettersi in ascolto, chi vorrà prendere il largo per scoprire nuovi orizzonti.

Il filo conduttore dell'esposizione trova le sue radici in un imprescindibile legame con la contraddittorietà del nostro recente vissuto, dove lo scontro tra chiusura ed apertura è stato percepito in tutta la sua dirompenza, dove le “Mura” delle nostre case, i confini dei nostri territori hanno acquisito nuovi valori e significati passando da barriera fisica a limite psicologico verso l’esterno, verso l’altro.
In questo contesto si colloca il percorso visivo, artistico ed emozionale che guiderà il pubblico lungo le mura scaligere alla scoperta delle opere del Maestro Lucchi.

Le Mura sono elementi di contraddizione: separano e uniscono, tracciano una distanza e al contempo proteggono, aprono a confidenze e intimità al loro interno delle stesse e insieme. Le mura, quindi, se da una parte racchiudono, dall’altra tendono a escludere chi resta al di fuori. Nel loro essere intrinsecamente divisive, le Mura diventano anche elemento di transizione, di passaggio e, in quest’ottica, le Porte e le fenditure presenti sono canali di contatto verso l’esterno, verso il cambiamento, verso l’altro. Rappresentano la speranza e la possibilità di ritorno alla quotidianità fatta di scambi, di contatti, di passaggi, di incontri. Queste brecce nel loro contrapporsi fisico e metafisico alle Mura, a cui appartengono, prescindono dalla realtà della natura, dai suoi reali rapporti e leggi, per creare un’altra realtà in cui oggetti e persone rappresentate fuori del loro ambiente consueto, o in accostamenti fantastici, acquistano un nuovo suggestivo significato, creano un vivo contatto con il fuori di e da sé, rinnovando il significato più autentico della speranza collettiva.

In questo contesto di contrari ed opposti, tra chiusure ed aperture, tra Mura e Porte, si inserisce la dirompente fisicità delle opere del maestro Lucchi quale forte richiamo alla speranza, all’andare ed essere oltre, al sogno. Le opere scelte per Soave En Plein Air rappresentano quindi una riflessione sulla vita, sull’ambiente e sulle relazioni sociali che non conoscono cesura e sono in grado di arrivare direttamente.

Troveremo quindi il “Custode dei Sogni”, “La Natività”, “Contemplazione” e “Donna Sogno”, gli “Oracoli” che guideranno in questo percorso artistico ed emozionale alla riscoperta della speranza.

Di seguito la mappa della mostra itinerante.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato MappaEsposizioneBrunoLucchi19nov22_15gen23_SoaveEnPleinAir_OltreLeMura.jpg 135.13 KB

Categorie eventi | news

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto